Certificazione Veicolo ora disponibile 🥳  →

Come controllare i km di un’auto: guida passo passo per evitare spiacevoli sorprese

Guida all'articolo

Acquistare un’auto usata è un’ottima scelta per chi desidera risparmiare senza rinunciare al modello preferito. Tuttavia, è essenziale prestare massima attenzione al fenomeno del “roll-back dell’odometro”, ovvero la riduzione fraudolenta del chilometraggio del veicolo. Questo inganno può far sembrare l’auto meno usata di quanto non sia realmente, con gravi ripercussioni sulla sicurezza e sul valore dell’acquisto. In questo articolo, esploreremo l’importanza della verifica del chilometraggio quando si acquista un’auto o una moto usata, come identificare possibili manipolazioni e cosa fare se ci si imbatte in tali situazioni.

Perché è importante verificare i km di un’auto usata?

Il numero di chilometri percorsi da un’auto è un indicatore chiave della sua usura. Un veicolo con un chilometraggio elevato potrebbe richiedere più manutenzione e presentare un rischio maggiore di guasti. La manipolazione del contachilometri è una pratica illegale ma ancora diffusa.

Ridurre i km indicati può far sembrare l’auto meno usata e giustificare un prezzo di vendita più alto. Immagina di acquistare un’auto che credi abbia percorso 80.000 km, ma in realtà ne ha percorsi 180.000: questo non solo colpisce il tuo portafoglio ma mette anche a rischio la tua sicurezza.

Come verificare se i km sono autentici?

Ecco alcuni metodi per verificare l’autenticità del chilometraggio di un’auto usata:

  1. Controllo della centralina elettronica
    Con l’aiuto di un meccanico e strumenti specifici, è possibile leggere i dati dalla centralina del veicolo attraverso la presa OBD (presente sui veicoli costruiti dopo il 2001). Anche se le manomissioni sono sempre più difficili, alcuni riescono comunque a falsificare i dati del chilometraggio registrati.
  2. Controllo del registro di manutenzione ordinaria
    conosciuto anche come libretto dei tagliandi, se il veicolo ne possiede uno cartaceo. Considera però che le officine stanno spostando la trascrizione su registri digitali e la versione cartacea potrebbe essere incompleta o addirittura non disponibile.
  3. Ispezione meccanica approfondita
    Un meccanico specializzato può valutare l’usura di componenti come freni (valutando ad esempio lo spessore dei dischi), lo stato di corrosione del sottoscocca, l’usura di pulegge, cinghie o catene di distribuzione. Anche dettagli come l’usura del volante e dei sedili possono dare indicazioni sul chilometraggio reale.
  4. Verifica delle revisioni ufficiali
    Durante le revisioni, il chilometraggio deve essere registrato per legge nei database del Ministero dei Trasporti. Bisogna fare presente però che, eventuali manomissioni realizzate ad “opera d’arte” fra un intervallo di revisione ed il successivo che abbassano il chilometraggio “tanto il giusto” rispetto alla registrazione precedente, sono difficili da scoprire. E’ possibile che per due anni un veicolo possa non aver circolato ed essere rimasto fermo in garage, ma se incontri queste casistiche ti devono mettere in guardia!
Ottieni ora la Certificazione Veicolo

Ottieni l’unico report veicolo in Italia con dati ufficiali della Pubblica Amministrazione. Scopri di più sulla pagina dedicata.
Ah, sei già pronto a partire? Allora inserisci la targa qui sotto!

I
Formato targa non valido. Es: AA123BB o AA12345

Le ultime registrazioni svolte in sede di revisione del veicolo sono consultabili sul Portale dell’Automobilista: basta inserire il numero di targa per ottenere i dati delle ultime revisioni, inclusi i km corrispondenti. Una discrepanza fra queste registrazioni ed il chilometraggio riportato sul veicolo, indicano una probabile manomissione operata sul veicolo.

Cosa si può fare nel caso di discrepanza?

Se noti una discrepanza nel chilometraggio, affronta subito il problema:

  • Prima dell’acquisto: confrontati con il venditore. Potrebbe trattarsi di un errore onesto o di una svista, ma è fondamentale chiarire subito la situazione. Se le spiegazioni non sono convincenti, è meglio passare ad altro e non vale la pena rischiare.
  • Dopo l’acquisto: se scopri la manipolazione dei km dopo aver comprato l’auto, puoi rivolgerti alle autorità. In Italia, la falsificazione del contachilometri è un reato. Raccogli tutte le prove disponibili e consulta un legale per valutare le azioni legali e possibili risarcimenti.

Affidati a pratico.it per una verifica completa dello storico veicolo

Se non hai voglia di fare tutto da solo o se sei ancora in fase preliminare di ricerca, hai selezionato diversi veicoli ma non hai ancora deciso quale meriti la visita di persona, c’è una soluzione semplice e rapida: affidarsi alla Certificazione Veicolo di pratico.it.

Inserendo la targa del veicolo, puoi ottenere un report che riassume lo storico del veicolo con dati ufficiali della Pubblica Amministrazione, che include dati tecnici, informazioni sulla proprietà, la presenza di ipoteche o gravami, come fermi amministrativi, lo storico revisioni e chilometraggio, storico degli eventi principali, furti, limitazioni alla circolazione e molto altro. Questo ti permette di avere una visione chiara del passato del veicolo in pochi minuti. Scopri di più sul nostro servizio qui.

Conclusione

Verificare il chilometraggio di un’auto usata è un passo cruciale per evitare brutte sorprese. Fai tutte le verifiche necessarie, consulta esperti se necessario e affidati alla Certificazione Veicolo di Pratico.it per una visione completa del passato del veicolo. Una piccola attenzione oggi può prevenire grandi problemi domani.

Consigliati per te

Verifica scadenza revisione auto

Verifica scadenza revisione auto: guida completa

Fermo amministrativo auto e moto: come verificare online?