Certificazione Veicolo ora disponibile 🥳  →

I costi del passaggio di proprietà: quelli economici e quelli che non convengono per niente

Guida all'articolo

Quando ti confronti con i costi legati al passaggio proprietà di un veicolo, devi considerare non solo l’aspetto economico necessario per completarla, ma anche lo sforzo fisico e mentale che ti verrà richiesto, in particolare se ti trovi a gestirla autonomamente in modalità Fai-da-te.

Documenti necessari per avviare il passaggio di proprietà

Uno dei primi passi è raccogliere i documenti necessari per poter avviare la pratica. Insomma, ancora prima di cominciare devi procurarti diversi documenti.

Nell’ordine: 

  • Codice fiscale e carta d’identità (o passaporto) di chi compra e di chi vende
  • Permesso di soggiorno se chi compra è un cittadino extracomunitario residente in italia
  • Libretto di circolazione del veicolo
  • Certificato di proprietà del veicolo

Ed è solo l’inizio. Se scegli la modalità Fai-da-te, la lista di documenti necessari si allunga ulteriormente e dovrai anche portare con te:

  • L’Atto di Vendita
  • Il modello di Istanza Unificata
  • Eventuale dichiarazione in cui l’acquirente specifichi una residenza diversa rispetto a quanto riportato sulla carta d’identità
  • Ricevute di pagamento PagoPA delle tariffe previste

Tieni presente che questi moduli devono essere firmati sia da chi compra che da chi vende, mentre la firma apposta dal venditore sull’Atto di Vendita deve essere anche autenticata da un pubblico ufficiale autorizzato.

A questo punto, non ti resterà che recarti presso lo sportello della Motorizzazione Civile e al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) dove, al termine del processo, riceverai il Documento Unico di Circolazione e di Proprietà del veicolo (DU) aggiornato per circolare su strada.
Per tutti gli approfondimenti sul processo che devi seguire, ma soprattutto, sapere cosa verificare prima di svolgere un passaggio di proprietà, salta in questo articolo che abbiamo preparato ad hoc!

Ricorda che, nel caso in cui il passaggio di proprietà non venga portato a termine correttamente, sono previste una serie di sanzioni a carico dell’acquirente, ma sopratutto il venditore rimane responsabile civilmente dei possibili danni a terzi causati dalla circolazione del veicolo.

Ottieni ora la Certificazione Veicolo

Ottieni l’unico report veicolo in Italia con dati ufficiali della Pubblica Amministrazione. Scopri di più sulla pagina dedicata.
Ah, sei già pronto a partire? Allora inserisci la targa qui sotto!

I
Formato targa non valido. Es: AA123BB o AA12345

Quali sono i costi del passaggio di proprietà?

Il costo del passaggio di proprietà di un veicolo comporta diverse spese che, spesso, portano a un totale non proprio trascurabile.

Ecco nel dettaglio le principali voci di spesa:

IPT
(Imposta Provinciale di Trascrizione)
€1 50,81 + maggiorazioni*
Emolumenti ACI€ 27,00
Imposta di Bollo per il rilascio del DU – Motorizzazione
(Documento Unico di Circolazione)
€ 48,00
Diritti DT (Motorizzazione Civile)€ 10,20
Imposta di Bollo
(autenticazione atto di vendita)
€ 16,00
Versamenti PagoPA PRA€ 5,50
Versamenti PagoPA Motorizzazione€ 3,56
Competenze di agenzia (o Delegazione ACI) per la gestione della praticavariabile

*Maggiorazioni che dipendono dalla provincia di residenza dell’acquirente, dalla tipologia di alimentazione del veicolo e dalla potenza termica (kW del veicolo)

Nel costo totale di un passaggio di proprietà solitamente l’Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT) è la voce di costo che pesa maggiormente.

Una volta passati in rassegna i costi, come è possibile procedere con il pagamento? Anche qui il percorso cambia in base alla tua scelta: se decidi di avvalerti di un’agenzia specializzata di pratiche auto per gestire il tuo passaggio di proprietà, puoi pagare l’intera cifra attraverso i più diffusi sistemi di pagamento elettronici di cui l’agenzia dispone. Sarà compito di quest’ultima pagare le imposte e i diritti dovuti per tuo conto ai vari enti, prima della stampa del nuovo documento.

Se invece scegli per il Fai-da-te, gli importi che spettano al PRA per la trascrizione nel Pubblico Registro Automobilistico ed alla Motorizzazione, devono essere pagati tramite PagoPA sul sito dell’ACI o sul Portale dell’automobilista se sei in possesso dello SPID; Diversamente, puoi pagare quanto dovuto presso:

  • Uffici postali tramite bollettino
  • Tabaccai

Questi però devono essere autorizzati al PagoPA.
A questo punto dovresti aver capito come, scegliendo il Fai-da-te, di certo non hai la comodità di poter pagare tutto in un colpo solo!

Quanto costa, quindi, un passaggio di proprietà?

Dipende. Ma con un esempio pratico, possiamo rendere il tutto più comprensibile.

Ipotizziamo di voler acquistare una Mercedes classe A, con 165 kW di potenza e di essere residente a Roma.

Sommando tutti i costi fissi arriviamo a € 110,26, ai quali bisogna poi aggiungere l’IPT che, come abbiamo detto, varia in base alla potenza in kW del veicolo e alla provincia di residenza dell’acquirente.
Quando la potenza dei veicoli è inferiore alla soglia dei 53 kW, l’IPT assume il valore base (€ 150,81), altrimenti all’importo base vengono sommati € 3,52 euro per ogni kW di potenza del veicolo che supera la soglia (come in questo caso).

Nel nostro esempio dovremmo pagare € 552,09 di IPT, arrivando quindi ad un costo complessivo per il passaggio di proprietà della nostra Mercedes classe A di € 662,35.
Se, infine, decidessi di farti supportare da un’agenzia di pratiche auto, al totale sopra dovrà essere aggiunto il compenso per le prestazioni professionali (indicativamente fra € 100-130 per pratica, variabile da agenzia ad agenzia).

Insomma, come avrai intuito il Fai-da-te comporta qualche risparmio sul costo del passaggio ma richiede un maggior dispendio di tempo dovuto ai numerosi step da compiere. Se a questi aggiungiamo eventuali errori nella compilazione dei documenti o dimenticanze, rassegnati: non ti basterà la mezza giornata di permesso che hai preso dal lavoro!

Affidarsi direttamente ad un’agenzia specializzata di pratiche auto è una scelta saggia. Affidare il tuo passaggio a pratico.it è sicuramente una scelta ancora più saggia.

Completi il 90% delle procedure direttamente online in tutta comodità e guidato passo passo, con le certificazioni e il Servizio Cassaforte che solo noi ti garantiamo, non prescindendo allo stesso tempo dalla professionalità del nostro network di agenzie convenzionate, dove dovrai recarti per le verifiche finali e la firma del tuo passaggio di proprietà!

Consigliati per te

Truffe passaggio di proprietà

Truffe sul passaggio di proprietà di auto e moto: come riconoscerle ed evitarle 

Cosa è l'IPT e come si calcola

Cos’è l’IPT e come si calcola?

atto di vendita auto

Atto di vendita e passaggio di proprietà: la differenza che fa la differenza