Certificazione Veicolo ora disponibile 🥳  →

Truffe sul passaggio di proprietà di auto e moto: come riconoscerle ed evitarle 

Guida all'articolo

Nel mercato della compravendita di veicoli usati, il passaggio di proprietà, specialmente fra privati, è un momento cruciale poiché implica il trasferimento del bene ed il pagamento del prezzo del veicolo concordato fra le parti.

Il momento del pagamento rappresenta uno degli aspetti più delicati e suscettibili a possibili frodi perpetrate ai danni di chi compra o di chi vende, i quali possono facilmente diventare vittime di assegni bancari falsificati, clonazioni di assegni circolari o altro ancora.

Questo articolo fornisce una guida per navigare in sicurezza durante l’acquisto o la vendita di un veicolo usato, evidenziando le precauzioni da adottare ed assicurarsi che le condizioni del veicolo corrispondano a quelle pattuite.

Infine, ti spiegheremo perché pratico.it rende il tuo passaggio di proprietà sicuro e trasparente, eliminando i rischi di frode e riducendo lo stress associato a queste transazioni. Con le giuste informazioni, ma soprattutto grazie a pratico.it, potrai difenderti finalmente dalle truffe nella compravendita di veicoli usati.

Truffe nella compravendita di auto usate

Rischi per il venditore

Possedere un auto in buono stato aumenta sicuramente le possibilità di vendita, ma il rischio di essere truffati in fase di pagamento non deve essere comunque trascurato. Può capitare che acquirenti in malafede saldino solo la caparra e, una volta ricevuto il veicolo, scompaiono nel nulla servendosi di identità falsificate e sistemi di pagamento non validi.

Rischi per l’acquirente

D’altra parte, gli acquirenti possono essere ingannati da venditori disonesti che incassano il pagamento senza mai consegnare il veicolo né completare il passaggio di proprietà, oppure occultando difetti non dichiarati che deprezzano il valore del veicolo rispetto a quanto inizialmente pattuito.

Quello che vogliamo sottolineare con questa breve panoramica è che, indipendentemente che tu sia l’acquirente o il venditore, ancora oggi avvengono molte frodi legate alla compravendita di veicoli usati. I campi di azione preferiti dei malintenzionati rimangono il momento del pagamento e le manomissioni sullo stato del veicolo, con dinamiche nelle quali potresti facilmente inciampare anche tu se scegli il Fai-da-te, ma soprattutto se non svolgi compravendite quotidianamente!

Ma andiamo per gradi e partiamo dall’analisi delle truffe incentrate sul pagamento. Sorge spontaneo domandarsi a questo punto quale sia la tipologia di pagamento più affidabile per chi compra e chi vende un’auto o una moto usata. Domanda lecita, ma la risposta è molto articolata: vediamola caso per caso e sfatiamo alcuni miti.

Truffe incentrate sul pagamento

L’assegno bancario non trasferibile è un metodo di pagamento sicuro?

Nonostante l’assegno circolare sia comunemente considerato sicuro perché emesso dalla banca solo a fronte della disponibilità di fondi, non è immune da frodi. L’illecito più frequente che riguarda l’acquirente è la clonazione dell’assegno circolare: il venditore potrebbe ottenere una copia dell’assegno, magari visualizzato in anteprima tramite un’app di messaggistica, e incassarlo prima di consegnare il veicolo. Al contrario, la truffa più comune a danno del venditore si verifica quando questo scopre che l’assegno circolare è falso solo dopo aver atteso i cinque giorni lavorativi necessari per il deposito in banca, momento in cui l’auto potrebbe essere irrecuperabile.

È consigliabile pagare l’auto in contanti?

Pagare in contanti è permesso per importi inferiori a €5.000, ma non è privo di rischi. Questo metodo, non essendo tracciabile, può esporre sia venditori che acquirenti a varie truffe. Sei proprio sicuro di voler utilizzare i contanti? Noi consigliamo di evitarlo.

Il bonifico bancario è la soluzione sicura?

Anche il bonifico, sia nella forma classica che in quella istantanea, presenta dei rischi. Un acquirente disonesto potrebbe convincere il venditore di aver effettuato il bonifico, inducendolo a consegnare il veicolo.

Successivamente, l’acquirente potrebbe contattare la propria banca richiedendo l’annullamento del bonifico, citando ad esempio un tentativo di phishing o un problema tecnico.

Con il bonifico istantaneo la situazione non è molto diversa, cambia solo la tipologia del trasferimento, ma se il pagamento è fatto al momento sbagliato (o alla persona sbagliata), si è punto a capo, con l’ulteriore complicazione legata al fatto che il bonifico istantaneo, una volta eseguito, non può essere richiamato dalla banca.

L’unica soluzione possibile in questo caso è procedere per vie legali quando ormai il danno è fatto e con tempi che non sembrano finire mai. Insomma, di male in peggio, R.I.P soldi.

Truffe relative allo stato del veicolo

Della serie: Instagram VS Reality.
Immagina di aver acquistato il veicolo dei sogni, magari la tua prima macchina oppure una splendida auto d’epoca! Riesci a sentire la musica paradisiaca al solo pensiero… per poi scoprire, alla consegna o dopo qualche mese, che il contachilometri è stato manomesso, l’auto non può circolare perché soggetta a fermo amministrativo o che ha subito un’usura meccanica eccessiva perché utilizzata in precedenza come taxi ma, ahimè, il venditore non te lo aveva detto… Insomma, sei diventato proprietario di uno scassone!

Prezzi troppo bassi, venditori evasivi o insistenti, che non sono disponibili a mostrare il veicolo prima del passaggio del proprietà, sono tutti segnali di allarme.

Verifica sempre i documenti del venditore e del veicolo, effettua delle ricerche online e, se puoi, fai un controllo con il tuo meccanico di fiducia. Capiamo che sia stressante, ma se scegli la strada del Fai-da-te devi stare con gli occhi ben aperti.

Come prevenire le truffe sul passaggio di proprietà

Con pratico.it puoi facilmente evitare questa lunga serie di spiacevoli sorprese, sia che tu stia acquistando o vendendo un veicolo.

Se stai cercando la tua prossima auto o moto, grazie alla Certificazione Veicolo puoi ottenere un report dettagliato della storia del veicolo in pochi minuti, semplicemente inserendo la targa del veicolo di tuo interesse.

Ottieni ora la Certificazione Veicolo

Ottieni l’unico report veicolo in Italia con dati ufficiali della Pubblica Amministrazione. Scopri di più sulla pagina dedicata.
Ah, sei già pronto a partire? Allora inserisci la targa qui sotto!

I
Formato targa non valido. Es: AA123BB o AA12345

Ti mostriamo tutte le informazioni che devi conoscere prima di procedere con l’acquisto, utilizzando dati ufficiali dai database del PRA e della Motorizzazione Civile. Insomma, nessuna spiacevole sorpresa a posteriori!

Se invece sei pronto a procedere con il passaggio di proprietà, sappi che il passaggio di proprietà di pratico.it integra il servizio Cassaforte, grazie al quale pratico.it agisce come garante tra l’acquirente ed il venditore.

Custodiamo l’importo del veicolo fino a quando il passaggio di proprietà viene registrato correttamente al Pubblico Registro e alla Motorizzazione Civile.

Puoi stare tranquillo: per conservare e proteggere il tuo denaro ci appoggiamo al nostro Partner Xoldy S.p.A., istituto di pagamento sottoposto alla vigilanza di Banca d’Italia, dal quale trasferiamo – con bonifico instantaneo – le somme del veicolo al venditore, non appena il passaggio di proprietà si conclude correttamente.

In questo modo il nostro passaggio di proprietà rende tutti felici: chi compra esce dall’agenzia come legittimo proprietario del veicolo e chi vende ha già i soldi in tasca e non deve preoccuparsi di truffe o altro!

Con pratico.it, completi il 90% della tua pratica di passaggio online, in pochi click e completando il trasferimento di proprietà selezionando una delle nostre agenzie di fiducia presenti sul territorio italiano.
Passaggio di proprietà con pratico.it vs preoccupazioni e truffe: 1-0
Scopri di più su pratico.it.

Consigliati per te

Cosa è l'IPT e come si calcola

Cos’è l’IPT e come si calcola?

atto di vendita auto

Atto di vendita e passaggio di proprietà: la differenza che fa la differenza

costi del passaggio di proprietà

I costi del passaggio di proprietà: quelli economici e quelli che non convengono per niente